giovedì 6 giugno 2013

La mia prima sottogonna self-made :)

La primavera sembra arrivata anche in quel di Torino, dopo settimane di piogge incessanti e un freddo a dir poco autunnale :) Con questo clima spunta la voglia di uscire, passeggiare, mangiare tanti gelati (qualsiasi riferimento personale è del tutto casuale), leggere sul balcone, fare, fare e ancora fare. Ultimamente mi sto dedicando al cucito basic, essendo completamente autodidatta non vado oltre progetti semplicissimi e elementari come le gonne (sono riuscita a prepararmi un costume da dama preraffaelita usando due cartamodelli  distinti ricavati da una vecchia enciclopedia del cucito di mia madre, utilizzando uno scampolo economico di shantung e ancora mi chiedo se davvero lo abbiamo fatto con le nostre manine...), quindi non sono proprio la persona adatta da ammirare-invidiare per le sue capacità :)

Detto ciò, sapete che, però, a me piace tanto condividere le mie piccole gioie quotidiane con voi e quindi vi mostro la sottogonna che ho cucito con l'aiuto amorevole del moroso: 


E' una semplicissima gonna a ruota recuperata da un vecchio lenzuolo di cotone, sono anni che mi ripeto di acquistare una tunica bianca da utilizzare per i costumi medioevali e non e, alla fine, non la compro mai. Realizzare un capo così è davvero semplice, spesso le istruzioni che trovate online sono complicate perché tecniche oppure in inglese (in italiano si trova poco), ma vi assicuro che cucire una gonna così è davvero elementare. Ho seguito un ottimo tutorial trovato per caso in rete di una ragazza che ne ha realizzate un paio per le sue bambine, devo dire che è davvero chiaro e immediato! La spiegazione è ottimale e per nulla complicata, se volete guardarlo cliccate qui http://www.lacasanellaprateria.com/2012/09/la-gonna-a-ruota/.
La parte più difficile è stata l'inserimento dell'elastico, ma è sicuramente colpa delle nostre scarse capacità. Ho semplicemente piegato il tessuto in due (bisognerebbe farlo in 4, ma va bene lo stesso piegata in due...), preso le misure del mio girovita divise per 3,14 e deciso la lunghezza della gonna, che per me erano di 114 cm. Da qui ho dapprima disegnato un semicerchio pinzando il metro al vertice del tessuto e seguendo una linea immaginaria che sarebbe diventata l'elastico della gonna (non è difficile, basta spostare un poco il metro e mettere subito lo spillo), e ho seguito lo stesso procedimento per l'orlo, realizzando una bella curva fino alla fine del tessuto. Ho poi cucito le due estremità ottenute, fatto un piccolissimo orlo et voilà, il risultato è quello che potete vedere in foto :)

Non è sicuramente l'elogio della perfezione, ma è nata per stare sotto alcuni abiti e non mi pongo troppi crucci. Vorrei anche ornare un poco il bordo con un bel nastro bordeaux.

Ho volteggiato per casa come una bambina perché desideravo da tanto una gonna così svolazzante e leggera, se non fosse che il tessuto è vecchio e non proprio bello ci andrei in giro :) Ho purtroppo coperto l'elastico con la camicetta (messa dentro mi faceva sentire degna di un'apparizione in Fantozzi) ma tenete presente che la indosso tranquillamente sia sopra sia sotto l'ombelico :) E allora, che aspettate a cimentarvi anche voi?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...