giovedì 17 novembre 2011

Aspettando Titanic e i suoi abiti pt.2...

Come promesso, oggi mi dedico al secondo abito prediletto del film "Titanic", noto come "the jumpdress". Si tratta del vestito che Rose indossa quando tenta il suicidio, esasperata dalla vita monotona che la sua classe sociale le impone. L'abito è stato uno dei più apprezzati della storia del cinema, e riprodurlo può costarvi parecchio per via delle numerosissime perline che compongono il décolleté assieme ai cristalli swaroski. Ma, ovviamente, ci sono taaaaaanti modi alternativi per riprodurlo meno fedelmente ma ottenendo lo stesso un ottimo risultato ;)

Procediamo con ordine. Gli abiti di Rose sono tutti indossati sopra un corsetto, quindi sono molto stretti e... piccoli! Conosciamo tutti le forme morbide della Winslet, che grazie ai bustini è riuscita ad entrare in una taglia... 4! Il sistema di taglie anglosassone non prevede l'uso delle lettere ma dei numeri, se contate che una 8 inglese è una S molto piccola (la taglia 10-12 è la nostra classica S-M), figuriamoci una taglia 4! Ho appreso questa informazione dal web, ma sinceramente mi sembra molto inverosimile che una persona alta almeno 1.70 come Kate e prosperosa possa rientrare in una taglia che equivale alla nostra XXXS. La taglia 4 in questione sarà dunque quella statunitense, che se esaminiamo una qualsiasi tabella di conversione equivale ad una nostra 40, cioè ad una 8 inglese ;) Resta che anche osservando le foto, gli abiti calzano molto stretti e donano una figura estremamente longilinea.
Bozzetto dell'abito e foto della Winslet

Detto ciò, passiamo all'analisi dell'abito. 

- Si tratta di due parti distinte, una di satin rosso e un'altra di pizzo nero, che lo ricopre interamente con uno strascico molto lungo. Il fondo dell'abito è disseminato di perline nere e se prestate attenzione, nel film si sente bene il rumore provocato da esse :)

- Quando Rose inciampa sulla balaustra è possibile intravedere le perline che compongono l'orlo del vestito. Gli strati di pizzo sono almeno tre, come mostrato nel bozzetto: uno più lungo che giunge sino ai piedi, uno che arriva alle caviglie e poi quello finale aperto lungo l'addome che ricade appunto nello strascico.

- Ogni orlo dell'abito è disseminato di queste famigerate perline, dal corpetto allo strascico. Immaginate la pazienza degli stilisti nel realizzarlo (un vero peccato, considerando che l'abito è stato poi letteralmente smantellato dopo il film!).

- La parte superiore è ricoperta anch'essa di pizzo che ricade morbido sulle maniche, che coprono appena la spalla. La parte che ci interessa è il décolleté: si vedono benissimo rose di perle nere disseminate di swaroski, che donano l'aspetto luccicante. Come per lo swimdress, anche questo abito presenta una scollatura a V sulla schiena.

- L'abito era originariamente accompagnato da dei guanti di pizzo neri, che nel film si intravedono appena per qualche secondo. Stesso discorso vale per i bellissimi accessori, e parlo di orecchini e collana. La sequenza originale mostra Rose al tavolo e, appena un fotogramma dopo, la ragazza che corre con i capelli sciolti e, soprattutto, senza la collana. Una svista? Non proprio. Si tratta di una scena tagliata e inserita nella versione estesa, che spiega perché Rose avrebbe deciso di farla finita: tornata nella sua cabina chiama Trudy, la sua inserviente, per spogliarsi. Non trovandola, decide di fare da sé e scopre di non essere capace neppure di svestirsi da sola. Qui si strappa la collana di pietre verdi, molto sobria, che porta al collo: rosso e verde, un gioco di colori contrastante (non ricordo cosa faccia con gli orecchini, ma mi sembra che se li tolga con stizza allo stesso modo).

Le famigerate scarpette!

- J. Peterman nella sua collezione originale di riproduzioni del film, ha presentato anche le scarpe e la borsetta di Rose, in coordinato con l'abito. Purtroppo costano una piccola fortuna, dato che a 13 anni di distanza dal film continuano ad essere vendute per 990 dollari, più o meno 850€. 

- Per nostra fortuna, invece, gli orecchini e la collana si trovano facilmente riprodotte a prezzi contenuti: questi li ho trovati su ebay a circa 15€, cercare per credere ;)



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...